La settimana che ci aspetta: E’ in arrivo la stagione degli utili negli Stati Uniti

Questa settimana tutti gli occhi sono puntati sugli Stati Uniti. La stagione dei guadagni inizia a fare sul serio con le grandi banche di investimento di Wall Street che pubblicheranno i loro ultimi rapporti dopo un anno in cui i ricavi del trading hanno compensato i crediti inesigibili – questa tendenza sarà destinata a continuare? Su un altro piano, l’Indice dei Prezzi al Consumo americano sarà al centro dell’attenzione: sta arrivando l’inflazione? Anche le richieste di disoccupazione negli Stati Uniti sono tornate, indicando che anche questa settimana sono stati persi dei posti di lavoro, e faremo anche una previsione di come potrebbero essere le vendite al dettaglio negli Stati Uniti dopo le spese del periodo festivo a cavallo tra i mesi di novembre e dicembre.

La stagione degli utili negli Stati Uniti

La stagione degli utili inizia a Wall Street con le grandi banche, che questa settimana annunceranno per prime i loro ultimi dati finanziari del trimestre. Il 15 gennaio i tre grandi istituti bancari JPMorgan, Citigroup e Wells Fargo apriranno i loro libri mastri per far sapere al mercato cosa è successo ai loro guadagni nel quarto trimestre 2020.

JPMorgan Chase ha già dichiarato che assegnerà dividendi per il decimo anno consecutivo. Le azioni sono state sulle montagne russe negli ultimi 12 mesi a causa della pandemia, ma si sono riprese di gran lena grazie ai vaccini e all’aumento dei rendimenti obbligazionari, e ora sono quasi tornate attorno alla cifra di 140 USD alla quale erano scambiate l’anno scorso in questo periodo.

Nel terzo trimestre, l’utile netto di JPM è cresciuto del 4%, mentre l’utile per azione ha registrato una crescita annua del 9% attestandosi a 2,92 USD. Il return on equity ha mostrato anche un robusto 15% insieme a un solido rapporto di efficienza del 58%, quindi JPMorgan potrebbe dimostrare di avere ciò che serve per farcela in quello che si è rivelato un ambiente difficile per le banche.

Citigroup prevede di riavviare i riacquisti di azioni nel 2021 dopo che la Fed ha dato il via libera ai grandi riacquisti di azioni bancarie statunitensi a determinate condizioni nel dicembre 2020. Inoltre sta attirando l’attenzione positiva degli analisti, che prevedono che il suo EPS a 12 mesi potrebbe aumentare in modo consistente. Si prevede che in futuro guadagnerà 4,27 USD per azione, ecco perché gli investitori osserveranno queste comunicazioni sugli utili con grande interesse. Inoltre, Citigroup continuerà a pagare agli azionisti un dividendo trimestrale di 0,51 USD come al solito.

Wells Fargo probabilmente non è così esultante nel preparare i resoconti dei suoi utili nel quarto trimestre 2020. Le azioni della terza banca degli Stati Uniti sono calate del 43% nel 2020 tra scandali per le vendite, sfide in termini di entrate, cambiamenti nella gestione e arresto dei riacquisti di azioni. Questo dato va confrontato con il calo complessivo del settore bancario del 18,2%. A differenza di JPM e Citigroup, Wells Fargo non può fare affidamento su una banca d’investimento o sui ricavi del trading per tirarsi fuori dal buco creato dai crediti inesigibili.

Vendite al dettaglio negli Stati Uniti

Questa settimana verranno annunciati i dati sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti, fresche delle festività natalizie.

Il periodo festivo è tradizionalmente un periodo in cui i consumatori si viziano un po’, offrendo un sollievo per i rivenditori, proprio come è lecito aspettarsi. Tuttavia, con il coronavirus a pesare sul sentiment, le aspettative sono state piuttosto basse per quanto riguarda le statistiche di dicembre.

Mastercard SpendingPulse potrebbe mostrare che il quadro è in realtà roseo proprio come le allegre guance del buon vecchio Babbo Natale, con i saldi per le festività della durata di 75 giorni, che includono il Ringraziamento e il Natale, superando le aspettative. Le vendite sono aumentate del 3% rispetto alla previsione del 2,4% e le vendite online sono aumentate di uno strabiliante 49%.

Tutto ciò rifletterà le prospettive positive che ha fornito Mastercard? Fitch consiglia una certa prudenza. Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti hanno dovuto fare i conti con la pandemia di Covid, oltre ad altri fattori associati come la disoccupazione e la perdita di reddito per i principali gruppi di acquisto. I dati verranno pubblicati venerdì 15, perciò varrà la pena tenere gli occhi aperti.

L’indice dei prezzi al consumo negli USA

I dati principali relativi all’indice dei prezzi al consumo verranno pubblicati questa settimana, e aiuteranno a capire se l’inflazione si sta facendo strada negli Stati Uniti. I pacchetti di incentivi progettati per alleviare le pressioni economiche del Covid-19 potrebbero anche stimolare l’inflazione nel 2021. La scorsa settimana i break even statunitensi a 10 anni sono aumentati di oltre il 2% per la prima volta in 2 anni, indice di crescenti timori nel mercato relativi al fatto che l’inflazione potrebbe iniziare a farsi sentire.

L’ultimo rilascio dei dati, risalente a dicembre 2020 e che aveva descritto nel dettaglio la performance dell’IPC di novembre, aveva mostrato un aumento dello 0,2% per i consumatori nelle città. Ciò si è tradotto in un aumento complessivo dell’1,2%. L’aumento di novembre è stato di ampio respiro, e nessun settore singolo ha rappresentato più di un quarto dell’aumento.

Nella nostra previsione per il 2021, abbiamo immaginato l’inflazione sotto forma di un cane che potrebbe abbaiare ancora più forte nel 2021. Oltre agli incentivi che abbiamo citato, ci sono anche altri aspetti che potrebbero creare pressioni inflazionistiche sui prezzi futuri, ad esempio l’aumento dei prezzi del petrolio. Vedremo cosa ci rivelerà il primo rilascio dei dati sugli IPC di gennaio.

Le richieste di disoccupazione negli USA

Control le aspettative, le richieste di disoccupazione sono state inferiori a 800.000 unità alla fine del 2020, e questa tendenza relativamente positiva è proseguita anche a gennaio. La pandemia non è stata tenera con il mercato del lavoro, e pare che continuerà a sferzare gli Stati Uniti con il passare del tempo. Tuttavia, i dati sulle richieste di disoccupazione relativi alla settimana terminata il 2 gennaio, che hanno contato 787.000 nuovi richiedenti, hanno mostrato che i livelli sono rimasti stabili nelle due settimane precedenti.

Nonostante il programma di vaccinazione che inizia a diffondersi negli Stati Uniti, le restrizioni sui viaggi e sul lavoro in settori come l’ospitalità continuano a colpire duramente i posti di lavoro. Finché la pandemia non sarà sconfitta e le persone non potranno iniziare a frequentare bar, club e qualsiasi altro luogo legato ai servizi di ospitalità, il calo di posti di lavoro potrebbe diventare ancora più pesante.

I principali dati economici di questa settimana

Date  Time (GMT)  Currency  Event 
Mon Jan 11th  1.30am  CNH  CPI y/y 
       
  1.30am  CNH  PPI y/y 
       
  2.30pm  CAD  BOC Business Outlook Survey 
       
Tue Jan 12th  12.01pm  GBP  BRC Retail Sales Monitor y/y 
       
Wed Jan 13th  10.00am  EUR  Industrial Production y/y 
       
  1.30pm  USD  CPI m/m 
       
  1.30pm  USD  Core CPI w/m 
       
  3.30pm  USD  US Crude Oil Inventories 
       
Thu Jan 14th  7.00am  EUR  German Prelim GDP q/q 
       
  1.30pm  USD  Unemployment Claims 
       
  3.30pm  USD  US Natural Gas Storage 
       
Fri Jan 15th  7.00am  GBP  GDP m/m 
       
  1.30pm  USD  Core Retail Sales m/m 
       
  1.30pm  USD  Retail Sales m/m 

 

I principali rapporti sugli utili di questa settimana

Date  Company  Event 
Tue Jan 12  Yaskawa Electric Corp.  Q3 2020 Earnings 
     
Wed Jan 13  Markit  Q4 2020 Earnings 
  Wipro Ltd.  Q3 2021 Earnings 
  Aeon  Q3 2020 Earnings 
  Shaw Communications Inc.  Q1 2021 Earnings 
     
Thu Jan 14  BlackRock  Q3 2021 Earnings 
  Fast Retailing Co. Ltd.  Q1 2021 Earnings 
  First Republic Bank  Q4 2020 Earnings 
  Associated British Foods  Q1 2021 Earnings – Trading Update 
  Chr. Hansen Holding  Q1 2021 Earnings 
     
Fri Jan 15  JPMorgan Chase & Co.  Q4 2020 Earnings 
  Reliance Industries Ltd.  Q3 2021 Earnings 
  Citigroup Inc.  Q4 2020 Earnings 
  Wells Fargo $ Co.  Q4 2020 Earnings 
  PNC Financial Services Group  Q4 2020 Earnings 
  HCL Technologies  Q3 2021 Earnings 
  V.F. Corp.  Q3 2021 Earnings 

La settimana che ci aspetta: La convention repubblicana dà il via alle elezioni presidenziali

La convention repubblicana di questa settimana segna la fine delle scaramucce e l’inizio della campagna vera e propria per la corsa alla Casa Bianca. Dopo aver raggiunto valori record la scorsa settimana, gli investitori stanno guardando con interesse ad un potenziale aumento della volatilità con l’avvicinarsi delle elezioni. Nel frattempo, nei prossimi giorni verranno rilasciati molti dati retrospettivi che potrebbero determinare spostamenti nei mercati.

La convention repubblicana dà il via alle elezioni presidenziali

La convention repubblicana non segnerà solo l’avvio della corsa per le elezioni presidenziali di quest’anno, ma anche la corsa per il candidato del partito repubblicano per il 2024. Le attenzioni del mercato si rivolgeranno sempre di più alla corsa presidenziale di novembre, quando mancano poco più di due mesi al giorno delle elezioni. I Vix futures indicano che gli investitori stanno iniziando ad orientarsi verso una maggiore volatilità con l’avvicinarsi delle elezioni. Scopri tutto ciò che devi sapere sulle elezioni americane e segui la nostra copertura speciale dell’evento.

Dati economici da osservare

Questa settimana saranno molti i dati economici sotto la lente d’ingrandimento. La lettura sulle vendite al dettaglio della Nuova Zelanda darà il via all’apertura dei mercati per la settimana di negoziazione. Martedì esamineremo un paio di eventi programmati in via provvisoria: le audizioni del rapporto sulla politica monetaria del Regno Unito e il rapporto sulla valuta del Ministero del Tesoro statunitense. Di sicuro martedì ci sarà la pubblicazione del rapporto della Conference Board sulla fiducia dei consumatori statunitensi.

Mercoledì è previsto il rapporto settimanale sulle scorte di greggio, nonché gli ordini di beni durevoli negli Stati Uniti e l’attività del settore edilizio in Australia. Giovedì verrà reso noto il numero settimanale di richieste di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti, che è diventato l’indicatore economico ad alta frequenza più osservato. Da tenere d’occhio anche le vendite immobiliari e le cifre preliminari (seconda stima) del PIL.

Venerdì, altri dati dagli Stati Uniti completeranno la settimana. Sulla lista ci sono l’indicatore dell’inflazione preferito dalla Fed (l’indice dei prezzi core PCE), le spese personali, il sentiment dei consumatori dell’Università del Michigan e il l’indice Chicago PMI.

Effettua il login o registrati per vedere il calendario completo degli eventi economici sulla piattaforma.

Gli utili da osservare

Giovedì, il gigante della pubblicità WPP relazionerà sui suoi risultati provvisori per il semestre concluso il 30 giugno. Il colosso dell’advertising rappresenta un utile barometro della fiducia economica. Per far fronte alla pandemia, le grandi aziende hanno ridotto i budget di marketing, e WPP ha già avvisato che quest’anno il contraccolpo sarà duro. Tuttavia, l’azienda rivale Publicis ha riportato un calo del 13% nelle vendite omologhe nel secondo trimestre, molto meglio del -20% che era stato previsto. Quest’anno le azioni di WPP sono in calo di oltre il 40%: Publicis potrebbe dare un indizio sul fatto che il titolo riuscirà a trovare un nuovo corso? Osserveremo con interesse anche l’azienda di recruitment Hays, che giovedì effettuerà il report definitivo, e che spesso è un ottimo indicatore dello stato di salute generale del mercato del lavoro a livello globale.

Martedì sono attesi gli utili di Salesforce.com (CRM) e della relativa crescita del fatturato per il trimestre concluso a luglio. L’utile per azione è previsto 0,7 USD su ricavi di pari a 4,9 miliardi di USD.

CySEC (Europa)

Prodotto

  • CFD
  • Negoziazione di azioni
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Compensazione FSCS per l’Investitore fino a EUR 20.000
  • Copertura assicurativa da €1.000.000**
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com, gestito da Safecap Investments Limited (“Safecap”) Regolamentato dalla CySEC con licenza numero 092/08 e dalla FSCA con licenza numero 43906.

FSC (Globale)

Prodotto

  • CFD
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Verifica elettronica
  • Protezione dal Saldo Negativo
  • Copertura assicurativa da $1.000.000**

Markets.com, gestito da Finalto (BVI) Limited (“Finalto BVI”) Tiene la licencia número SIBA/L/14/1067 regolamentato dalla B.V.I Financial Services Commission (“FSC").

FCA (Gran Bretagna)

Prodotto

  • CFD
  • Le spread bet
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Indennizzo agli investitori della FSCS fino a GBP85.000. *a seconda di criteri ed idoneità
  • Copertura assicurativa da £1.000.000**
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com gestito da Finalto Trading Limited Regolamentato dalla Financial Conduct Authority (“FCA”) con licenza n.607305

ASIC (Australia)

Prodotto

  • CFD

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Verifica elettronica
  • Protezione dal Saldo Negativo
  • Copertura assicurativa da $1.000.000**

Markets.com, gestito da Finalto (Australia) Pty Limited Detiene una licenza per i servizi finanziari australiana n. 424008 ed è regolamentata nella fornitura di servizi finanziari dell’Australian Securities and Investments Commission (ASIC”).

Selezionando uno di questi organismi di regolamentazione, verranno visualizzate le informazioni corrispondenti su tutto il sito web. Se vuoi visualizzare le informazioni per un organismo di regolamentazione diverso, selezionalo. Per maggiori informazioni, clicca qui.

**Soggetto a termini e condizioni. Consulta la polizza integrale per maggiori dettagli.

 

Ti sei perso?

Abbiamo rilevato che sei sul sito . Dal momento che ti stai collegando dall’, valuta se effettuare nuovamente l’accesso al sito , soggetto alle misure di intervento sul prodotto dell’. Pur rimanendo libero di navigare su queste pagine su tua esclusiva iniziativa, visualizzando il sito per il tuo paese potrai consultare le informazioni di regolamentazione pertinenti e le protezioni fornite dall’azienda scelta. Vuoi essere reindirizzato al sito ?