La settimana che ci aspetta: Banche centrali a profusione, ma la chiave è nella risposta fiscale

Questa settimana vedrà in azione molte banche centrali, dalla Federal Reserve, alla Banca d’Inghilterra, fino alla Banca del Giappone, dopo gli interventi della BCE e della Banca del Canada la scorsa settimana. La decisione della Banca del Giappone potrebbe essere messa in ombra dalla politica giapponese, poiché il Partito Liberal-Democratico (LDP) al governo sceglierà un nuovo leader pochi giorni prima che l’assemblea parlamentare elegga un nuovo primo ministro.

Nel frattempo, continueremo a tenere d’occhio i dati economici a più alta frequenza, con gli aggiornamenti sulle richieste di sussidi di disoccupazione e sulle cifre relative alle vendite al dettaglio.

Federal Open Market Committee

La Federal Reserve si riunirà il 15 e 16 settembre per la prima volta da quando Jerome Powell ha segnalato che la banca centrale sarebbe disposta a tollerare un’inflazione più elevata come contrappeso per una ripresa economica più rapida e per una crescita dell’occupazione. La disoccupazione è diminuita dai massimi registrati durante il picco della pandemia, ma non sta migliorando abbastanza rapidamente.

Non è previsto nessun annuncio relativo ad un cambiamento della linea di indirizzo della Fed, ma verrà da Jackson Hole verrà ribadito il messaggio di Powell sul cambiamento di rotta. In effetti, l’obiettivo principale per la Fed in questo momento non è in realtà la politica monetaria, ma quella fiscale, poiché i membri stanno aspettando una mossa da parte di Washington per fornire un nuovo pacchetto di incentivi.

Banca d’Inghilterra

Anche la Banca d’Inghilterra si riunisce questa settimana, in un clima di crescenti speculazioni relative al fatto che la Vecchia Signora di Threadneedle Street farà uso di tassi di interesse negativi per stimolare l’economia.

In un discorso tenuto di recente ai parlamentari, il governatore Andrew Bailey si è rifiutato di escludere la possibilità di tassi negativi – una linea di condotta che ha sistematicamente fallito nel fornire l’inflazione richiesta nell’Eurozona. “È in cantiere”, ha detto. “Non stiamo pianificando nulla al momento, non abbiamo intenzione di usare questo strumento, ma è in cantiere”.

Nel frattempo, ciò che sembra avere più importanza in questo momento è ancora la risposta fiscale: le banche centrali hanno già sparato la maggior parte delle loro cartucce. Andy Haldane, capo economista della Banca d’Inghilterra, ha avvertito la scorsa settimana che il piano dei congedi nel Regno Unito non dovrebbe essere esteso, ma il cancelliere cederà alle richieste di prolungarlo per proteggere i posti di lavoro? Con l’avvicinarsi della fine del piano dei congedi in ottobre, il governo potrebbe essere costretto a prorogarlo per evitare un tracollo nella perdita di posti di lavoro.

Focus sullo yen giapponese

Ci sono buone probabilità che i mercati azionari giapponesi e lo yen patiscano una maggiore volatilità questa settimana a causa di due importanti fattori di rischio. Lunedì, il Partito Liberal-Democratico al governo (LDP) eleggerà un nuovo leader, solo pochi giorni prima che l’assemblea parlamentare elegga un nuovo primo ministro.

Dopo le dimissioni di Shinzo Abe per motivi di salute, il segretario capo di gabinetto Yoshihide Suga è il favorito per la successione. Sebbene sia il candidato della continuità e nonostante si sia impegnato a proseguire con la cosiddetta Abenomics, c’è la possibilità che possa indire nuove elezioni, il che potrebbe introdurre un rischio politico per lo Yen giapponese e il Nikkei 225. Non si prevede che la dichiarazione della Banca del Giappone il giorno dopo il voto del parlamento possa agitare le acque.

Utili

Nell’indice FTSE, bisognerà tenere d’occhio gli utili del terzo trimestre di Ocado nella giornata di martedì, con gli investitori desiderosi di avere una lettura di come è iniziata la partnership con Marks & Spencer. Gli investitori vorranno anche una risposta all’annosa domanda: dov’è la liquidità di cassa? Il prezzo delle azioni di Ocado è salito alle stelle quest’anno grazie al boom delle vendite al dettaglio online. La sua crescita, pari all’80% nel 2020, si colloca dietro soltanto a quella di Fresnillo in termini di guadagni su base annua.

Tuttavia, gli investitori devono ancora vedere dei reali profitti.

Nel frattempo, il trendsetter del retail Next (-16% su base annua) resta una mucca da mungere, che nonostante il crollo del valore delle azioni riesce costantemente a fornire flusso di cassa disponibile. I suoi risultati semestrali verranno resi noti giovedì. A luglio l’azienda ha riferito che, anche se le vendite a prezzo pieno nel secondo trimestre sono calate del -28% rispetto allo scorso anno, si tratta comunque di un dato di gran lunga più roseo del previsto, e rappresenta un avanzamento rispetto allo scenario migliore prospettato nel resoconto commerciale di aprile. La direzione ha portato l’utile netto nell’anno ad una cifra pari a 195 milioni di GBP.

In evidenza su XRay questa settimana

Leggi il programma completo dell’analisi e formazione del mercato finanziario.

17.00 UTC 14-⁠Sep Blonde Markets
From 15.30 UTC 15⁠⁠-⁠⁠Sep Weekly Gold, Silver, and Oil Forecasts
13.00 UTC 16⁠⁠-⁠⁠⁠⁠⁠Sep Indices Insights
14.45 UTC 17⁠-⁠⁠⁠⁠⁠Sep Master the Markets
17.00 UTC 17-⁠⁠⁠⁠⁠Sep Election2020 Weekly

Eventi economici principali

Presta attenzione agli eventi più importanti sul calendario economico di questa settimana. Un calendario completo degli eventi economici e aziendali è disponibile sulla piattaforma.

09.00 UTC 14-Sep Eurozone Industrial Production
01.30 UTC 15-Sep RBA Monetary Policy Meeting Minutes
02.00 UTC 15-Sep China Industrial Production & Retail Sales
06.00 UTC 15-Sep UK Unemployment Rate, Claimant Count Change
09.00 UTC 15-Sep Germany, Eurozone ZEW Economic Sentiment
After-Market 15-Sep Adobe – Q3 2020
After-Market 15-Sep FedEx
06.00 UTC 16-Sep UK Consumer Price Index
12.30 UTC 16-Sep US Retail Sales
14.30 UTC 16-Sep US EIA Crude Oil Inventories
18.00 UTC 16-Sep FOMC Interest Rate Decision, Economic Projections
18.30 UTC 16-Sep FOMC Press Conference
22.45 UTC 16-Sep New Zealand Quarterly GDP
01.30 UTC 17-Sep Australia Employment Change, Jobless Rate
04.00 UTC 17-Sep Bank of Japan Rate Decision & Statement
11.00 UTC 17-Sep Bank of England Interest Rate Decision
12.30 UTC 17-Sep US Weekly Jobless Claims
14.30 UTC 17-Sep US EIA Natural Gas Storage
23.30 UTC 17-Sep Japan Inflation Rate
06.00 UTC 18-Sep UK Retail Sales
12.30 UTC 18-Sep Canada Retail Sales
14.00 UTC 18-Sep US Preliminary University of Michigan Sentiment Index

Ocado and Next teasers: Why do investors pay so much for growth?

Why do investors continue to pay such a premium for growth? Let’s take two FTSE 100 retailers – Ocado and Next, both of which report their latest trading numbers next week. Ocado delivers Q3 numbers on September 15th, with Next following with its half-year results on September 17th. The two companies offer rather different entry points into the UK retail space. Ocado carries tech-level valuations, and has been touted as the Microsoft of retail, whilst Next is relatively unloved despite its very respectable omnichannel mix and successful switch to online that has not been mirrored by all its peers. The respective CEOs – Lord Wolfson at Next and Ocado’s Tim Steiner are also rather different characters.

Ocado – Where is the Cash?

Ocado (LON: OCDO) shareholders will be keen to hear how management think the Marks & Spencer tie-up has gone so far. Investors will also want the answer to the perennial question – where is the cash? It likes to raise fresh funds to pay for its global expansion – raising another £1bn in debt and equity in June this year – but is less keen on actually generating it.

Ocado’s share price has rocketed this year thanks to the boom in online retail. Its +77% rally in 2020 puts it behind only Fresnillo in terms of YTD gains on the blue-chip index. However, it’s yet to really deliver any returns to investors by way of free cash.

Earnings from international partners remain slow to emerge and in July management cautioned that EBITDA from International Solutions would decline due to ‘continued investment in improving the platform and building the business, and from increased support costs with launch of initial CFC sites’.

Booming retail sales in the UK (+27% H1) are priced in, as are sustainable fees from international partners. The latter carries considerable execution risk.

Next – Retail bellwether

Meanwhile, retail bellwether Next (LON: NXT) (-16% YTD) is a cash cow that even with a collapse in the high street consistently manages to deliver free cash flow. The pandemic has proved more challenging – suspending buybacks and dividends, and selling off assets have been required to shore up the balance sheet this year. But it remains a resilient company able to generate pre-tax profit. Its half year results follow on Thursday.

In July the company reported that while full price sales in the second quarter were down -28% against last year, this was far better than expected and an improvement on the best-case scenario given in the April trading statement. Management guided full year profit before tax at £195m based on its central scenario.

If we know anything about Simon Wolfson, it’s that he likes to under promise and over deliver – albeit there are risks, as Dunelm stressed today, that a second lockdown could damage demand going into Christmas. In the more optimistic scenario laid out in July, pre-tax profits would be £330m – we are yet to see if high street footfall has made a genuine difference.

After peaking in February at £1.15bn, under the central scenario Next expects net debt to close the year at £648m, which would be a reduction of £464m in the year.

Despite generating cash every year, Next’s share price has lagged Ocado’s significantly over the last 5 years.

And taking this simple peer analysis, on both return on equity and price to cash flow metrics, Ocado looks very richly valued.

(charts and data from Markets.com, Reuters Eikon)

CySEC (Europa)

Prodotto

  • CFD
  • Negoziazione di azioni
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Compensazione FSCS per l’Investitore fino a EUR 20.000
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com, gestito da Safecap Investments Limited (“Safecap”) Regolamentato dalla CySEC con licenza numero 092/08 e dalla FSCA con licenza numero 43906.

FSC (Globale)

Prodotto

  • CFD
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Verifica elettronica
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com, gestito da TradeTech Markets (BVI) Limited (“TTMBVI”) Tiene la licencia número SIBA/L/14/1067 regolamentato dalla B.V.I Financial Services Commission (“FSC").

FCA (Gran Bretagna)

Prodotto

  • CFD
  • Le spread bet
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Indennizzo agli investitori della FSCS fino a GBP85.000. *a seconda di criteri ed idoneità
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com gestito da TradeTech Alpha Limited (“TTA”) Regolamentato dalla Financial Conduct Authority (“FCA”) con licenza n.607305

ASIC (Australia)

Prodotto

  • CFD

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Verifica elettronica
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com, gestito da TradeTech Markets (Australia) Pty Limited (“TTMAU”) Detiene una licenza per i servizi finanziari australiana n. 424008 ed è regolamentata nella fornitura di servizi finanziari dell’Australian Securities and Investments Commission (ASIC”).

FSCA (Africa)

Prodotto

  • CFD
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com, gestito da TradeTech Markets (Sudafrica) (Pty) Limited (“TTMSA”) Regolamentato dalla Financial Sector Conduct Authority (“FSCA”) con licenza numero 46860.

Selezionando uno di questi organismi di regolamentazione, verranno visualizzate le informazioni corrispondenti su tutto il sito web. Per maggiori informazioni, clicca qui.

        /var/www/html/markets.com/wp-content/themes/markets/cfd-urls_1.json