Stocks steady as pubs prepare to reopen

European stocks were steady near the flatline on a quiet Friday session with the US market closed for the Independence Day holiday. Stocks rallied in the prior session after a bumper US jobs report showed 4.8m jobs were created in June.

Despite this, as detailed yesterday, the unemployment rate remains very high at more than 11%, the more up-to-date weekly initial and continuing claims numbers are not improving quickly enough, and the recent spike in cases means several states are re-imposing lockdown restrictions, which will hamper jobs growth in July.

Risk assets gained more support as the Chinese services PMI rose to a 10-year high at 58.4 – the usual caveats about diffusion indices apply, as to the usual caveats about any data out of China, but it’s solidly encouraging for markets.  Australian retail sales bounced back almost 17%. The number of cases in the US continue to surge – more than 55k in a single day the latest total, with the governor of Texas now mandating the wearing of facemasks.

Major indices continue to track around the middle of the June range, though thanks to a decent run this week are now moving towards the upper end of the range having tapped the lower end last week. The S&P 500 cleared the 61.8% retracement yesterday but closed well off its highs, while the Dow is struggling to hold the 50% level.

In Europe the FTSE 100 is holding above the 50% level, while the DAX is facing resistance today at the 78.6% level. After a strong week and with the US shut, it might be a quiet session today. Scratch that – with pubs about to reopen and with every trader planning their weekend engagements, it will be a very quiet one in London.

UK government eases quarantine rules for travellers

Anyone arriving in England from a number of countries including Spain, France, Germany and Italy won’t need to self-isolate from July 10th, whilst the government is also easing international travel restrictions. A full list of countries that people can arrive from without self-quarantining will be published today.

Relaxing the draconian quarantine rules and allowing more ‘non-essential’ travel should come as a shot in the arm for many beaten up travel & leisure stocks, but there’s a long way to go to restore confidence and get people travelling as much as they did last year. It will take years to get air passenger numbers back to 2019 levels.

Pub and restaurant stocks have taken a beating during the pandemic, but investors may be able to raise a glass come Saturday as the various inns and hostelries reopen because share prices have recovered remarkably well. Marston’s has risen threefold from its March low, while JD Wetherspoon and Mitchells & Butlers have both more than doubled in that time. Mine’s a quadruple whisky.

Oil (WTI-Aug) drifted higher to the top of the Jun 8th peak around $40.70 where it’s pulled back to the $40 round number. The move higher has been steadily losing momentum and failure at the $40.70 area suggests perhaps the progression of the double top into a head and shoulders reversal pattern.

GBPUSD hits resistance, EURUSD bullish flag nears completion

In FX, the pound’s bounce ran out of steam and the euro has come back to its anchor. GBPUSD rallied strongly out of the channel but hit resistance at 1.2520 and has consolidated in a very narrow range around 1.2470. As markets opened in Europe the pair slipped this range and started a move lower – it could retrace towards the round number support at 1.24.

Meanwhile EURUSD has come back to 1.1230, the anchor point for the whole of June. This is the 23.6% retracement of the 2014-2016 top-to-bottom rout. As the bullish flag pattern nears completion, we should expect a breakout soon – the swing highs around 1.14-1.15 offering the main resistance.

La settimana che ci aspetta: I verbali del FOMC e i nonfarm payroll dominano il calendario

Mentre l’indice PMI cinese sarà al centro dell’attenzione all’inizio della settimana, il calendario economico statunitense dominerà i giorni successivi, con l’ultimo ISM Manufacturing PMI, i verbali delle riunioni del FOMC e i nonfarm payroll di giugno.

L’indice PMI cinese 

È il momento dei più recenti indici PMI cinesi: dal momento che si tratta dei primi dati PMI globali del mese, forniranno ai mercati una possibile tendenza su come stanno andando le cose.

Ora la ripresa della Cina potrebbe essere in pericolo a causa dei nuovi focolai di Covid-19, ma gli ultimi indici PMI daranno comunque un’indicazione su come potrebbero andare le altre nazioni, poiché anch’esse dopo aver combattuto il virus iniziano a concentrarsi maggiormente su come far ripartire le proprie economie.

Inflazione in Germania e nell’Eurozona 

A maggio i prezzi al consumo sono diminuiti dello 0,1% in tutta la zona Euro, anche se questo dato non rappresenta certo uno shock. I dati sull’inflazione di questa settimana potrebbero mostrare ulteriori cali, cosa prevedibile dato l’enorme crollo della domanda, l’aumento della disoccupazione e gli incentivi che vengono emessi sul mercato Banca Centrale Europea. La scorsa settimana Fitch ha previsto che l’inflazione core dell’Eurozona rallenterà nei prossimi 18 mesi e che nel 2021 finirà sotto lo 0,5%.

Un periodo prolungato di deflazione sarà negativo per l’economia, ma si tratta di una situazione che a breve termine è attesa, perciò l’impatto sul mercato dei dati relativi all’Indice sui Prezzi al Consumo è stato in qualche modo attenuato.

Vendite al dettaglio in Germania 

L’attività dei consumatori è fortemente rimbalzata negli Stati Uniti e nel Regno Unito da quando le restrizioni sono state allentate: riuscirà la Germania a seguire l’esempio? A maggio le vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono aumentate del 17,7%, superando le aspettative di un aumento dell’8%, mentre le vendite nel Regno Unito sono aumentate del 12% rispetto alle previsioni del 5,7%.

In Germania le vendite al dettaglio sono scese del 5,3% ad aprile, ma il dato è di gran lunga migliore rispetto al tonfo del 12% previsto dagli analisti, con l’aumento delle vendite online che ha contribuito ad attenuare le proporzioni del crollo. Per maggio si prevede un aumento delle vendite del 2,5% quando i negozi fisici hanno iniziato a riaprire, ma come accaduto con i dati di Stati Uniti e Regno Unito potrebbero esserci dati ancora più confortanti.

Il Manufacturing Index dell’ISM 

La produzione americana sta faticando a riprendersi dallo shock della pandemia. L’indice PMI di maggio dell’ISM ha registrato un rialzo dopo i dati più bassi da oltre un decennio di aprile, ma è rimasto di mezzo punto sotto le aspettative del mercato. Un rimbalzo più netto è previsto per giugno, ma l’indice PMI sul manifatturiero rilasciato da IHS Markit la scorsa settimana ha deluso le aspettative, rimanendo in contrazione, anche se i dati dell’Eurozona e del Regno Unito sono tornati in crescita.

I verbali dell’incontro del FOMC 

Il FOMC ha inferto un duro colpo ai mercati a seguito del suo ultimo incontro, rilasciando proiezioni economiche peggiori del previsto che hanno del tutto fatto sparire l’idea che gli Stati Uniti avrebbero potuto vedere una ripresa a forma di V. I responsabili delle policy hanno osservato che i tassi di sarebbero rimasti vicini allo zero almeno fino al 2022, e che il tasso di acquisti di asset sarebbe aumentato nei prossimi mesi.

Il verbale dell’incontro fornirà maggiori dettagli, e i mercati saranno particolarmente interessati a qualsiasi annotazione relativa al controllo della curva dei rendimenti (YCC), che probabilmente sarà il prossimo strumento politico che la Fed implementerà per tenere a freno i tassi. Quando tale azione verrà intrapresa è ancora incerto, ma i verbali potrebbero fornire alcuni indizi.

Rapporto sui nonfarm payroll statunitensi 

Venerdì sarà un giorno festivo, perché il 4 luglio, Giorno dell’Indipendenza degli Stati Uniti, quest’anno cade in sabato. Ciò significa che il rapporto sui nonfarm payroll di giugno uscirà giovedì.

I dati del mese scorso hanno lasciato tutti sbalorditi per l’aumento di 2,5 milioni di occupati rispetto alle previsioni di un calo di 8 milioni, segno che l’economia americana potrebbe riprendersi più velocemente di quanto si pensasse in precedenza.

Tuttavia, gli ultimi dati sulle richieste di sussidi di disoccupazione settimanali sono stati deludenti, anche se le cifre hanno continuato a diminuire, e il calo delle nuove richieste è stato meno significativo del previsto. Ciò indica che la ferita nel mercato del lavoro è più profonda? In caso di risposta affermativa, è necessario tenere a freno le aspettative che i nonfarm payroll possano continuare a fornire cifre così importanti?

In evidenza su XRay questa settimana

Leggi il programma completo dell’analisi e formazione del mercato finanziario.

07.15 UTC Daily European Morning Call
From 15.30 UTC 30-Jun Weekly Gold, Silver, and Oil Forecasts
17.00 UTC 01-Jul Blonde Markets
19.00 UTC 01-Jul Introduction to Currency Trading: Is it For Me?
12.25 UTC 02-Jul

US Nonfarm Payrolls: Live Market Analysis

 

Eventi economici principali

Presta attenzione agli eventi più importanti sul calendario economico di questa settimana:

12.00 UTC 29-Jun German Preliminary Inflation
23.30 UTC 29-Jun Japan Unemployment / Industrial Production
After-Market 29-Jun Micron Technology – Q3 2020
01.00 UTC 30-Jun China Manufacturing, Non-Manufacturing PMIs
06.00 UTC 30-Jun UK Finalised Quarterly GDP
30-Jun easyJet – Q2 2020
09.00 UTC 30-Jun Eurozone Flash CPI
12.30 UTC 30-Jun Canada Monthly GDP
14.00 UTC 30-Jun US CB Consumer Confidence
After-Market 30-Jun FedEx Corp – Q4 2020
01.45 UTC 01-Jul Caixin Manufacturing PMI
06.00 UTC 01-Jul Germany Retail Sales
Pre-Market 01-Jul General Mills – Q4 2020
Pre-Market 01-Jul Constellation Brands – Q1 2021
12.15 UTC 01-Jul US ADP Nonfarm Payrolls Report
14.00 UTC 01-Jul ISM Manufacturing PMI
14.30 UTC 01-Jul US EIA Crude Oil Inventories
18.00 UTC 01-Jul FOMC Meeting Minutes
01.30 UTC 02-Jul Australia Trade Balance
12.30 UTC 02-Jul US Nonfarm Payrolls (Friday is US Bank Holiday)
01.30 UTC 03-Jul Australia Retail Sales
All Day 03-Jul US Bank Holiday – Markets Closed

CySEC (Europa)

Prodotto

  • CFD
  • Negoziazione di azioni
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Compensazione FSCS per l’Investitore fino a EUR 20.000
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com, gestito da Safecap Investments Limited (“Safecap”) Regolamentato dalla CySEC con licenza numero 092/08 e dalla FSCA con licenza numero 43906.

FSC (Globale)

Prodotto

  • CFD
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Verifica elettronica
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com, gestito da TradeTech Markets (BVI) Limited (“TTMBVI”) Tiene la licencia número SIBA/L/14/1067 regolamentato dalla B.V.I Financial Services Commission (“FSC").

FCA (Gran Bretagna)

Prodotto

  • CFD
  • Le spread bet
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Indennizzo agli investitori della FSCS fino a GBP85.000. *a seconda di criteri ed idoneità
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com gestito da TradeTech Alpha Limited (“TTA”) Regolamentato dalla Financial Conduct Authority (“FCA”) con licenza n.607305

ASIC (Australia)

Prodotto

  • CFD

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Verifica elettronica
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com, gestito da TradeTech Markets (Australia) Pty Limited (“TTMAU”) Detiene una licenza per i servizi finanziari australiana n. 424008 ed è regolamentata nella fornitura di servizi finanziari dell’Australian Securities and Investments Commission (ASIC”).

FSCA (Africa)

Prodotto

  • CFD
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com, gestito da TradeTech Markets (Sudafrica) (Pty) Limited (“TTMSA”) Regolamentato dalla Financial Sector Conduct Authority (“FSCA”) con licenza numero 46860.

Selezionando uno di questi organismi di regolamentazione, verranno visualizzate le informazioni corrispondenti su tutto il sito web. Per maggiori informazioni, clicca qui.