La settimana che ci aspetta: I ricavi di Tesla e Netflix sono guidano il comparto tecnologico

Questa settimana la stagione degli utili entra nel vivo a Wall Street con Tesla che ha annunciato i risultati del trimestre appena terminato dopo aver consegnato un numero record di veicoli durante il trimestre. Netflix, il canale a pagamento più seguito durante il Covid, aggiornerà il mercato sulle performance dei suoi utili trimestrali e sui nuovi abbonati. Per il resto i dati prenderanno forma questa settimana con il focus sui PMI flash di venerdì.

Tesla

Quest’anno Le azioni di Tesla  sono cresciute del 450% circa, e la società ha aumentato vendite e profitti, facendo evaporare le preoccupazioni sul suo bilancio. Mercoledì l’azienda riferirà i dati sul terzo trimestre, e gli investitori si aspettano forti guadagni grazie al numero record di consegne nel corso degli ultimi tre mesi. Tesla ha consegnato 139.300 veicoli nel terzo trimestre e ne ha prodotti 145.036. Questa cifra ha segnato un aumento significativo rispetto alle circa 90.000 unità consegnate nel secondo trimestre.

L’analista di Baird Ben Kallo ha recentemente aumentato del 25% il suo target di prezzo su TSLA. In una nota che ribadisce un rating neutro che ha avuto nei riguardi del titolo sin da gennaio, l’analista ha innalzato aumentato il target di prezzo da 360 USD a 450 USD. Egli ritiene che la società possa iniziare a concentrarsi nuovamente sugli investimenti per la crescita dopo l’aumento del valore del titolo.

Kallo ha scritto: “abbiamo riscontrato un maggiore interesse in entrata per TSLA, che spiega i movimenti rialzisti e ribassisti”. “È interessante notare che abbiamo riscontrato che gli investitori si concentrano sempre di più sugli scenari a lungo termine, dal 2025 in poi, in netto contrasto con alcuni mesi fa, quando l’attenzione era concentrata sul trimestre in arrivo”. Gli analisti restano divisi su Tesla, con 7 valutazioni Buy, 10 Sell e 13 Hold/Neutral.

 

Netflix

Un importante dato per il mercato sarà il numero di nuovi abbonati che Netflix è riuscita a raccogliere nel terzo trimestre. I lockdown in tutto il mondo hanno dato un enorme impulso nella prima metà del 2020, con il numero dei nuovi abbonati cresciuto da 12 a 26 milioni rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La società ha previsto 2,5 milioni di nuovi abbonamenti nel terzo trimestre, contro i 6,8 milioni del trimestre precedente, poiché il forte aumento del primo semestre ha probabilmente rallentato la domanda nella seconda metà dell’anno. Tuttavia, potrebbe trattarsi di una stima molto prudente e Netflix potrebbe abbondantemente superare la cifra prevista.

Gli investitori guarderanno anche al consumo di cassa, mentre le produzioni iniziano a ripartire; l’investimento in contenuti è un costo, ma è anche visto come una leva importante per Netflix per superare i rivali in uno spazio sempre più competitivo. “L’investimento nella libreria di nuovi contenuti di Netflix ha permesso all’azienda di trasformarsi da una piattaforma per guardare le repliche a una fonte di contenuti di qualità originali, fino a diventare il palcoscenico preferenziale per alcune delle più importanti film in anteprima, il che rende questo servizio una parte essenziale di qualsiasi pacchetto di intrattenimento per i consumatori”, hanno affermato gli analisti di Cannacord all’inizio di quest’anno.

Goldman Sachs, che in precedenza aveva fatto notare che “gli enormi investimenti nei contenuti, l’ecosistema di distribuzione globale e il miglioramento della posizione competitiva porteranno ulteriormente i risultati finanziari significativamente al di sopra delle aspettative”, ha recentemente incrementato il suo target di prezzo sul titolo passando da 600 USD a 670 USD, indicando i risultati superiori alle aspettative del terzo trimestre come probabile fattore rialzista.

Non dimenticarti di seguire il nostro Speciale quotidiano sulla stagione degli utili su XRay per avere altri aggiornamenti.

Dati economici

I dati economici globali sono piuttosto scarsi. Il focus sarà sulla stagione degli utili a Wall Street che potrà fornire un’indicazione per i mercati. Essendo con tutta probabilità la Cina l’unico paese a crescere quest’anno, il dati sul suo PIL, sulla produzione industriale e sugli investimenti in immobilizzazioni previsti per lunedì aiuteranno a dare una direzione ai mercati all’inizio della settimana. I dati sulle vendite al dettaglio e sull’inflazione nel Regno Unito saranno analizzati per scovare eventuali indizi sul fatto che la Banca d’Inghilterra potrebbe adottare tassi di interesse negativi, dopo aver inviato una lettera alle banche chiedendo la loro disponibilità ad accettare tassi al di sotto dello zero. Venerdì saranno pubblicati i PMI manifatturiero e dei servizi flash per Stati Uniti, Regno Unito, Eurozona, Giappone e Australia. Questi dati aiuteranno a capire se lo slancio della riapertura sta svanendo rapidamente al crescere dei timori ribassisti.

Un occhio sulle elezioni

Infine, gli investitori dovranno guardare con attenzione alle elezioni americane, con il tema della possibile vittoria dei democratici che potrebbe scatenare un’ondata di stimoli fiscali sul mercato. I dati dei sondaggi hanno rivelato che Joe Biden ha un buon margine su Donald Trump. Tuttavia il suo vantaggio negli stati chiave che decideranno le elezioni è molto più risicato. Inoltre, va detto che quattro anni fa Trump in questo periodo era messo anche peggio, se si pensa agli stati più importanti. La corsa per il Senato sta assumendo ulteriore interesse, dato il presupposto che Biden trionferà: un Senato repubblicano potrebbe seriamente ostacolare gli sforzi di riforma. C’è da aspettarsi un aumento della volatilità con l’avvicinarsi delle elezioni, ma come hanno sottolineato la settimana scorsa gli amici di BlondeMoney, i timori per un risultato contestato potrebbero essere esagerati.

 

I principali dati economici di questa settimana

Date  Event 
Oct 19th  China GDP, fixed asset investment, industrial production 
Oct 19th  BOC business outlook survey 
Oct 20th  RBA meeting minutes 
Oct 21st  UK CPI inflation 
Oct 21st  Canada CPI, retail sales 
Oct 21st  US crude oil inventories 
Oct 21st  Fed Beige Book 
Oct 22nd  German Gfk consumer climate 
Oct 22nd  US weekly initial jobless claims 
Oct 22nd  US CB leading index 
Oct 22nd  Nat gas storage 
Oct 22nd  New Zealand CPI inflation 
Oct 23rd  Flash PMIs – AUS, EZ, Japan, UK, US 
Oct 23rd  UK retail sales 

 

I principali rapporti sugli utili di questa settimana

Non dimenticarti di seguire il nostro Speciale quotidiano sulla stagione degli utili su XRay per avere altri aggiornamenti.

Date  Company 
Oct 20th   Procter & Gamble 
Oct 20th   Netflix 
Oct 21st  Tesla 
Oct 21st  Verizon 
Oct 22nd  Amazon* 
Oct 22nd  Intel 
Oct 22nd  Coca-cola 
Oct 22nd  AT&T 
Oct 21st   NextEra Energy 
Oct 20th   Lockheed Martin  
Oct 23rd  American Express 
Oct 23rd  Daimler 
Oct 21st  Biogen 
Oct 19th   Philips 
Oct 20th   UBS 
Oct 20th   Snap (Snapchat) 
Oct 19th   IBM 
Oct 22nd  Valero Energy 
Oct 20th   Vinci 
Oct 20th   Reckitt Benckiser 
Oct 21st   Countrywide 
Oct 21st   William Hill 
Oct 21st   Metro Bank 
Oct 21st   Centamin 

*Slated for this date