La settimana che ci aspetta: I nonfarm payroll e le decisioni sui tassi della Bank of England e della Reserve Bank of Australia

I dati sui nonfarm payroll sono in arrivo venerdì. Abbiamo osservato l’economia statunitense riprendere vita a marzo, e vedremo se questo slancio continuerà.

Sono anche in arrivo le decisioni sui tassi dalla Bank of England e dalla Reserve Bank of Australia, ma come per molti altri avvenimenti di quest’anno, non ci aspettiamo grandi cambiamenti di direzione. Siamo ancora nel mezzo della stagione degli utili.

Centinaia di aziende a grande capitalizzazione stanno presentando dati per quello che per alcuni è stato un trimestre eccezionale.

I nonfarm payroll statunitensi – Aprile riuscirà ad eguagliare il successo di marzo?

Venerdì saranno pubblicati i dati relativi ai nonfarm payroll statunitensi di aprile. Tutti gli occhi saranno puntati sul mercato del lavoro degli Stati Uniti, dopo che i dati di marzo hanno superato le aspettative, indicando che l’economia statunitense sta tornando in vita.

I nonfarm payroll sono aumentati di 916.000 unità a marzo, ben oltre la stima Dow Jones di 675.000. I maggiori incrementi sono stati registrati nei settori del tempo libero e dell’ospitalità, dove sono stati contati 280.000 nuovi posti di lavoro in un mese.

Il settore delle costruzioni ha bissato il successo del mese precedente con 110.000 nuove assunzioni nel mese. L’istruzione ha registrato un boom grazie alle riaperture delle scuole negli Stati Uniti. Nel complesso, gli istituti di istruzione locali, statali e privati hanno assunto 190.000 dipendenti in più in un mese.

Sono sempre più i segnali di una crescita economica. L’attività commerciale si sta avvicinando ai livelli pre-pandemia, raggiungendo il 93,4% sull’indice dell’attività economica Jefferies JeffData negli Stati Uniti. Le prospettive di crescita del PIL sono molto alte.

Questa settimana saranno disponibili anche i dati degli indici PMI manifatturieri ISM, e si aggiungeranno ai vari indicatori economici in arrivo, a seguito dell’eccellente performance di marzo. L’indice ha raggiunto il 64,7% il mese scorso, mostrando un incremento sostanziale dell’attività manifatturiera rispetto allo scorso anno.

L’obbligo ora è quello di sostenere lo slancio in queste aree economiche vitali.

Nessun cambiamento per la politica della Bank of England questo mese

Non c’è da aspettarsi alcun cambiamento alla politica monetaria durante la riunione del 6 maggio della Bank of England, tuttavia le prospettive economiche molto più favorevoli indicano di sicuro che la Banca sarà in grado di interrompere prima del previsto lo stato emergenziale.

Con il Quantitative Easing che viaggia ad un ritmo di poco più di 4 miliardi di sterline in acquisti settimanali di gilt, l’attenzione si concentrerà sul punto in cui il Monetary Policy Committee deciderà di comunicare che rallenterà questi acquisti nel corso dell’anno.

La contrazione del PIL nel primo trimestre non è stata così grave come si temeva, poiché l’economia ha mostrato una resilienza molto maggiore al terzo lockdown rispetto al primo, mentre il successo delle vaccinazioni sta diventando sempre più evidente, il che significa che l’eliminazione di tutte le restrizioni entro il 21 giugno sta diventando sempre più probabile.

Pertanto, c’è il rischio che in questa riunione la Banca annunci piani di riduzione degli acquisti di asset, ancora prima di quanto il mercato possa prevedere. Ciò sarebbe probabilmente positivo per la sterlina, poiché i mercati valutari continuano a sottovalutare il l’atteggiamento interventista del Monetary Policy Committee.

La Banca prevede un calo del 4% nel primo trimestre (trimestre su trimestre), tuttavia per il momento i dati indicano che la contrazione è stata più lieve rispetto alla proiezione di febbraio. Le stime di crescita per anno nel suo complesso potrebbero essere riviste al rialzo rispetto all’attuale livello del 5%. Ciò potrebbe fornire le armi per una riduzione anticipata degli acquisti, tuttavia il Monetary Policy Committee potrebbe preferire attendere più a lungo (ad esempio giugno, quando l’entità delle riaperture potrà essere valutata meglio) per progettare tagli più decisi nella seconda parte dell’anno.

Nessuna variazione del tasso di cassa per la Reserve Bank of Australia, ma una possibile estensione del Quantitative Easing

Proprio come la Bank of England, la Reserve Bank of Australia non dovrebbe apportare grandi cambiamenti alla sua politica quando questa settimana Philip Lowe e i suoi effettueranno la loro dichiarazione sui tassi mensili.

“Il Consiglio non aumenterà il tasso di cassa fino a quando l’inflazione effettiva non sarà sostenibile tra il 2 e il 3%. Affinché ciò avvenga, la crescita dei salari dovrà essere sostanzialmente più elevata di quanto non sia attualmente”, ha affermato il governatore della Reserve Bank of Australia Philip Lowe nella sua dichiarazione di marzo. Per quanto si possa prevedere, il tasso resterà fermo allo 0,10%.

Ciò che potrà forzare la mano di Lowe potrà essere un incremento significativo dell’occupazione, oltre che un mercato del lavoro complessivamente più stabile. In questo momento, la Reserve Bank of Australia non prevede che queste condizioni torneranno fino al 2024 nella migliore delle ipotesi.

Invece, potremmo vedere un’estensione del programma di quantitative easing australiano. Gli analisti di Westpac pensano che sia in arrivo una terza ondata di acquisti di obbligazioni da 100 miliardi di dollari, con una mossa progettata per “integrare la decisione di estendere la politica di controllo della curva dei rendimenti (YCC) per acquistare le obbligazioni di novembre 2024 al tasso di cassa dello 0,1%”.

Nel complesso, il sentiment della Reserve Bank of Australia è buono.

Nella sua dichiarazione di marzo, la Banca Centrale ha dichiarato: “La ripresa economica in Australia è a buon punto ed è più sostenuta di quanto ci si aspettasse. Il tasso di disoccupazione è sceso al 5,8% a febbraio, e il numero di persone occupate è tornato ai livelli pre-pandemia”.

“Il PIL è aumentato di un sostanzioso 3,1% nel trimestre di dicembre, sostenuto da un ulteriore aumento dei consumi delle famiglie grazie al miglioramento della situazione sanitaria. La ripresa dovrebbe continuare, con una crescita superiore al trend sia quest’anno che l’anno prossimo. I bilanci delle famiglie e delle imprese sono in buone condizioni e dovrebbero continuare a sostenere la spesa”.

A Wall Street continua la serie degli utili

Questa settimana le società a grande capitalizzazione si stanno preparando per un altra tornata di utili a Wall Street.

Finora, sembra che generalmente sia stato un trimestre con risultati migliori per le aziende che presentano i loro utili. Le aziende hanno finora riportato utili aggregati superiori del 23,6% rispetto alle aspettative, secondo il rapporto Earnings Insight di FactSet del 23 aprile.

Grandi aziende di successo come Apple e Alphabet hanno registrato ottimi risultati sul trimestre, anche se alcuni importanti player del settore tecnologico come Spotify e Netflix hanno ottenuto risultati inferiori alle aspettative in termini abbonati e di utilizzatori.

In attesa di questa settimana, tuttavia, è disponibile un ampio assortimento di aziende a grande capitalizzazione che riferiscono riguardo ai loro utili. In testa ci sono PayPal e Square, oltre che Pfizer, pioniera del vaccino Covid-19. La distribuzione del suo vaccino è stata determinante per aiutare le economie a tornare alla normalità, perciò molto probabilmente questo sarà un trimestre di successo per l’azienda farmaceutica.

Più sotto è possibile trovare una carrellata di società a grande capitalizzazione che riferiranno sui propri utili la prossima settimana.

I principali dati economici

Date  Time (GMT+1)  Currency  Event 
Mon 03-May  3.00pm  USD  ISM Manufacturing PMI 
       
Tue 04-May  5.30am  AUD  Cash Rate 
  5.30am  AUD  RBA Rate Statement 
  Tentative  AUD  Annual Budget Release 
  11.45pm  NZD  Employment Change q/q 
  11.45pm  NZD  Unemployment Rate 
       
Wed 05-May  10.00am  EUR  EU Economic Forecasts 
  3.00pm  USD  ISM Services PMI 
  3.30pm  USD  US Crude Oil Inventories 
       
Thu 06-May  12.00pm  GBP  BOE Monetary Policy Report 
  12.00pm  GBP  MPC Official Bank Rate Votes 
  12.00pm  GBP  Monetary Policy Statement 
  12.00pm  GBP  Official Bank Rate 
  3.30pm  USD  US Natural Gas Inventories 
       
Fri 07-May  1.30pm  CAD  Employment Change 
  1.30pm  CAD  Unemployment Rate 
  1.30pm  USD  Average Hourly Earnings m/m 
  1.30pm  USD  Nonfarm Employment Change 
  1.30pm  USD  Unemployment Change 

I principali rapporti sugli utili

Date  Time (GMT+1)  Currency  Event 
Mon 03-May  3.00pm  USD  ISM Manufacturing PMI 
       
Tue 04-May  5.30am  AUD  Cash Rate 
  5.30am  AUD  RBA Rate Statement 
  Tentative  AUD  Annual Budget Release 
  11.45pm  NZD  Employment Change q/q 
  11.45pm  NZD  Unemployment Rate 
       
Wed 05-May  10.00am  EUR  EU Economic Forecasts 
  3.00pm  USD  ISM Services PMI 
  3.30pm  USD  US Crude Oil Inventories 
       
Thu 06-May  12.00pm  GBP  BOE Monetary Policy Report 
  12.00pm  GBP  MPC Official Bank Rate Votes 
  12.00pm  GBP  Monetary Policy Statement 
  12.00pm  GBP  Official Bank Rate 
  3.30pm  USD  US Natural Gas Inventories 
       
Fri 07-May  1.30pm  CAD  Employment Change 
  1.30pm  CAD  Unemployment Rate 
  1.30pm  USD  Average Hourly Earnings m/m 
  1.30pm  USD  Nonfarm Employment Change 
  1.30pm  USD  Unemployment Change